Cerca nel sito


Multimedia



Copyright (C) 2012 Tutti i diritti riservati - Club Alpino Italiano - Gruppo Regionale Emilia Romagna - Via Cesare Battisti 11/a - 40123 Bologna -


Presentata in Regione Emilia- Romagna la SNE 2012

Presentata giovedì 5 luglio 2012 presso la Sala Stampa della Regione Emilia-Romagna la XIV Settimana Nazionale dell'Escursionismo del Club Alpino Italiano, in programma dall'8 al 16 settembre 2012 sull’Appennino Emiliano - Romagnolo.
 
“Abbiamo voluto promuovere turisticamente il territorio dell’Appennino con un’attività lenta e sostenibile– ha sottolineato il Presidente del Gruppo Regionale Club Alpino Italiano Emilia-Romagna, Paolo Borciani - per consentire di scoprire nuove mete a solo un’ora dalle nostre città. Un impegno oneroso che non ha spaventato i 15.250 soci delle 19 sezioni dell’Emilia-Romagna, la cui passione è stata confermata nell’organizzazione della SNE 2012”.

Anche il Vicepresidente Generale del Club Alpino Italiano, Goffredo Sottile, ha portato i suoi saluti: “il Club Alpino Italiano, con i suoi 320.000 Soci, dà notevole importanza all’Escursionismo, soprattutto quando é di qualità, come nel caso della SNE 2012. Complimenti dunque al GR Emilia-Romagna e grazie alla Regione per il sostegno. Il Cai è attento allo sviluppo delle cosiddette “montagne minori” e questo programma valorizza appieno vita, tradizioni e valori umani di una parte d’Italia che dà il batticuore”.
Sulla stessa linea Alessandro Geri, membro del Gruppo Regionale CAI Emilia-Romagna, che presentando il programma della SNE 2012 ha ricordato che “il percorso del Cai in Appennino è iniziato con l’ultimo dopoguerra e dopo la frequentazioni delle grandi cime, l’attenzione è presto scesa fino alla collina dove l’uomo vive e lavora la montagna. Un programma dunque che conferma i fini culturali del Cai, prima di quelli atletici”. Cerimonia di apertura l’8 settembre 2012 a Lizzano in Belvedere poi 33 tappe per attraversare l’Appennino con sei trekking itineranti (con durata da 2 a 6 giorni) e 16 escursioni giornaliere tra i 200 e i 2.000 metri s.l.m., sempre accompagnati da Guide Escursionistiche CAI. Tutti i trekking convergeranno a Pievepelago, dove si terrà il Cinemafestival. “Vorremmo trasmettere - conclude Geri -  l’esperienza di camminare entro i propri limiti per aprire la mente”.

L’intervento conclusivo della conferenza stampa spettava di diritto alla padrona di casa, Simonetta Saliera, Vicepresidente Regione Emilia-Romagna e Assessore alla Montagna: “La modalità con il Cai incontra il territorio è di grande sensibilità e questa SNE consente di vivere la montagna per conoscerne vita e prodotti. In questo senso il nostro plauso all’organizzazione non solo per l’attenzione turistica, ma anche per il contributo che fornisce alla piccola economia di montagna. La XIV SNE è una grande occasione per la Regione Emilia-Romagna, perché è in linea con i programmi di difesa e tutela dell’ambiente montano, coniugando in sé la valorizzazione dell’Appennino e il rispetto della natura che sono al centro dell’impegno per un futuro sostenibile e rafforzano la qualità della vita delle nostre comunità”.

La XIV Settimana Nazionale dell’Escursionismo del Club Alpino Italiano è un’occasione unica per conoscere angoli di intensa bellezza e forte carica simbolica, immersi nell’avvolgente atmosfera della natura Appenninica che per nove giorni sarà il centro nazionale dell’andar per monti.
Sono a disposizione pacchetti completi che includono vitto, alloggio ed escursione. Per ogni informazione e per iscriversi è attivo il website http://sne.caiemiliaromagna.org.

In chiusura Paolo Borciani ha ricordato l’iniziativa a favore delle popolazioni terremotate. A seguito del sisma il Gruppo Regionale ha attivato un fondo di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal sisma. sull’apposito conto aperto presso Unicredit con IBAN IT 20 O 02008 12834 000100354743 intestato alla Delegazione Regionale CAI Emilia-Romagna, inserendo la causale "Pro Popolazioni Terremotate Emilia Romagna. Durante le escursioni della SNE 2012 saranno attivi dei punti raccolta fondi in prossimità di rifugi e punti tappa per consentire anche agli escursionisti di contribuire alla raccolta.



Scheda aggiunta il: 2012-07-11 06:37:24    Visite: 284
RSS Feeds